Impacchettare,è proprio vero, è già regalare.In realtà io questa sensazione di donare qualcosa la sperimento ogni volta che posto un viaggio, scrivo un mio intimo pensiero ,faccio ricerca di bellezza, condivido spunti e ispirazioni con voi tutti che mi seguite ormai da un bel po’. La stagione dei regali è decisamente avviata e così ho pensato che poteva essere carino e divertente e magari anche alternativo e personale mostrarvi un mini shooting DIY di idee su come impacchettare in maniera completamente ecologica i vostri regalini.Vi ho già anticipato di avere un cassetto in cui ripongo tantissime cose e da cui attingo ogni volta che un’idea decide di farsi spazio, ma le creazioni che vi mostrerò sono realizzate anche con quello che ho trovato girovagando per le strade della mia e di altre città o in parchi e luoghi immersi nella natura, insomma materiale che anche voi certamente potreste reperire facilmente.Il segreto è solo fermarsi un po’ e camminare più lentamente, vi assicuro che quando ci impadroniamo nuovamente di sana lentezza, tutto scorre più piacevolmente e anche gli occhi diventano più attenti, più autentici.

Allora cominciamo? direi proprio di si. Come prima cosa vi mostro una foto d’insieme , una MOODBOARD degli elementi che ho utilizzato per questo DIY, molta ispirazione senza dubbio deriva dal viaggio al Polo Nord che ho fatto a fine Ottobre.Nonostante il freddo artico che ho affrontato sono ritornata con dentro immagini di tepore e di natura incontaminata e soprattutto con tanta neccessità di aggiungere ancora più essenzialità alla vita e così ecco che nelle decorazioni, essenza e semplicità la fanno da padrone:
Rami di abete argentato, piccole pigne, rametti di limone, vischio bianco, ulivo, gomitolo di lana tortora, gomitoli di spago di diverse dimensioni, gomitolo di corda, gomitolo di lino grezzo,vecchi bottoni,piccoli tronchetti, washi paper schotch,carta velina bianca, ritagli di carte varie,decorazioni natalizie di legno, corteccia di sughero per presepi, foto in bianco e nero, nastro, ovatta, tovaglioli di cotone grezzo.

E adesso in ordine vi mostro i pacchetti

1) PACCHETTO FOTO; questa idea è pensata per gli amanti delle foto e senza dubbio quelle delle atmosfere invernali in bianco e nero hanno davvero qualcosa di magico. Stampatene di vario genere su carta ecologica, potete scegliere tra : paesaggi, persone, animali in quest’ultimo caso è significativo optare per specie in via di estinzione come l’orso polare o il lupo e aggiungere al regalo una donazione al WWF o altri progetti sulla salvaguardia.Applicate la foto sul pacchetto e chiudete con tre giri di cordoncino e voilà avrette un pacchetto consapevole e dal design nordico.

2) PACCHETTO FIORI DI COTONE in questo pacchetto dalle linee un po’ orientaleggianti ho riprodotto il fiore di cotone , basta davvero poco per decorare con gusto il vostro regalo : un rametto secco, ovatta per riprodurre i fiori un filo di gomitolo di lana tortora o bianca o panna o grigia oppure fili di cotone o cordoncino per chiudere con tre linee .Insieme questi elementi renderanno realistico il vostro fiore anche a un palmo di naso ve lo garantisco!

3) PACCHETTO ABETE DI BOSCO
Il pacchetto con il rametto di abete argentato è un classico e proprio per questo immancabile aggiungeteci dei piccoli rametti di legno e pezzetti di washi paper schotch grigio e bianco, per conferire alla decorazione ancora più spirito eco friendly e il gioco è fatto!

4) PACCHETTO VISCHIO E PIGNE
Il vischio si sa porta bene ed è di buon augurio utilizzarlo nelle decorazioni ma in questi pacchetti botanici, potreste sceglier come me ramoscelli di ulivo, di limone, di abete oppure qualsiasi altra cosa vi capiti di osservare in giro e che vi ispiri bellezza da comporre aggiungeteci due piccole pignette anche queste reperite nei parchi e il nastro di corda naturale completerà il tutto.

5) PACCHETTO COTONE GREZZO
Questo pacchetto molto piccolo l’ho realizzato con un vecchio tovagliolo di cotone grezzo e chiuso con passamaneria di lino grezzo lavorato che ho recuperato da un panettone artigianale che l’anno scorso aveva questo tipo di nastro di chiusura ,mi piaceva sia il colore che la lavorazione e ho deciso di riutilizzarlo in questa versione eco chic.

6) PACCHETTO CARTA VELINA
La carta velina è un MUST per me, la utilizzo da sempre per avvolgere le cose preziose, l’adoro davvero.Mi piace tantissimo il fatto che tra le mani sia vellutata e che quando spacchetti la carta fa rumore e inoltre è duttile e versatile la puoi utilizzare combinata a tessuti o altri tipi di carte, l’effetto è elegantissimo e ricercato.Per questo pacchetto ho utilizzato un foglio di carta velina bianca, un inserto di carta velina decorata nelle tonalità sempre del tortora ,un vecchio bottone effetto legno e in chiusura sempre un filo di lana per non rovinare l’insieme soft.

7) PACCHETTO STORIA
Questo pacchetto l’ho chiamato così perchè racconta una storia o meglio un estratto di storia una istantanea di un momento e puo’ rappresentare infiniti soggetti, io ho scelto l’abete, i fiocchi di neve e la renna perchè appunto mi ricordano i paesaggi norvegesi attraversati di recente quindi possiamo dire che il regalo è avvolto da un ricordo di viaggio, cosa c’è di più poetico.Per l’albero ho utilizzato un rametto di corteccia di sughero e un rametto di abete, per i fiocchi di neve e la scritta un pennarello bianco a punta fine tipo UNIPOSCA, mentre la renna è una decorazione in legno per albero che ho trovato in un negozietto di cianfrusaglie piccolissimo di Napoli, la base è sempre in carta pacco e lo steccato è rappresentato dal filo di cordoncino grezzo…….ora tocca a voi impacchettare con la vostra storia!

8) PACCHETTO IKEA
E infine il pacchetto IKEA perchè chiunque a Natale se lo fa un giretto da IKEA a curiosare, qui mi ha colpito questa carta certificata grigia decorata con inserti bianchi cui ho aggiunto un nastro di raso avorio sempre recuperato nel mio cassetto ecologico e come tag una stellina che udite udite era una targhetta di un piumino d’oca riciclata che ho acquistato per partire per il polo nord….le stelline con all’interno le piume, contrassegno della riciclabilità, mi sono piaciute tanto e le ho riciclate a mia volta come decorazione natalizia.

In questo primissimo articolo, di questa nuova avventura magica rivolto a voi della Fairy Community ci ho messo amore, passione, cuore, creatività ,tempo, occhi, emozioni, mani e ovviamente la polvere magica che solo FAIRY sa infondere….adesso tocca a voi!!

Barbara

Condividi