Il matrimonio di Vincenzo e Marina è iniziato in maniera davvero magica,qualcuno o qualcosa ha voluto decisamente che questo incontro tra noi e loro avvenisse.Tanti gli intrecci che ci univano prima ancora di conoscerci e che abbiamo scoperto solo la prima volta che ci siamo incontrati, in un’atmosfera quasi surreale ci siamo emozionati di vita vissuta in un’altra vita ,quando ancora non era previsto nulla eppure c’era già scritto che il dolore sarebbe stato mitigato da questo momento di pura gioia.
In una splendida giornata di Giugno,con il sole che sposa il mare e illumina il verde lussureggiante di Villa Domi,dimora settecentesca posta su una delle colline dominanti il Golfo di Napoli,in un parco incantevole con presenze arboree di grande rilevanza botanica e dal suggestivo panorama, Marina e Vincenzo hanno pronunciato il loro “Si” più importante.
Un amore tenero, passionale fatto di sguardi e spirito che gli sposi nel rito della sabbia,celebrato durante il matrimonio civile nel giardino della villa, hanno voluto esprimere in tutta la sua essenza e significato ovvero fondere le proprie differenze e trarne forza per la danza a due che da quel “si” scaturisce .
La scelta dell’ulivo, simbolo di forza e pace interiore,come protagonista dell’intero evento e della Wedding Suite cartacea,curati dallo Studio Fairy, è stata spontanea e soprattutto attinente all’idea che gli sposi volevano trasmettere di loro e del loro legame, in una giornata così intensa e ricca di emozioni.
Tra statue,fontane e affreschi Marina nel suo splendido abito firmato dall’atelier Gianni Molaro sembrava una Dea dell’olimpo.Raffinata,sensuale nella sua passeggiata tra le semplici e ricercate composizioni floreali di ulivo e lisianthus bianchi e rosa cipria curate dai fioristi Caruso de L’eleganza dei fiori, ha stregato tutti gli invitati proprio come nei racconti mitologici la sirena partenope ammalia i marinai.
Lentamente sulle note del violino che intonava “Moon River” ha raggiunto in un sorriso smagliante Vincenzo che emozionatissimo la attendeva all’altare in fondo alla navata immaginaria delimitata dal prato.
Attraverso le splendide foto di Francesca Rao di Rebelwedding,questa favola diventa un racconto,una storia fatta di immagini e dettagli che molto più delle parole sono capaci di arrivare al cuore e di far comprendere come sia fondamentale essere rappresentati da quello che veramente si è, affinchè ogni scelta ed elemento quel giorno non si allontani dal “Noi” autentico, che desideriamo condividere con amici e parenti.
Ovviamente nei nostri eventi ,è sempre presente più di una chicca ecologica che in questo caso potete ritrovare:nella scelta di uno scuro antico che abbiamo riciclato e utilizzato come tableau, nella stampa certificata “fsc” ,contro la deforestazione ,di tutti gli elementi cartacei dell’evento, nella scelta di una bomboniera a km 0 composta da miele d’acacia biologico e pacKaging in cotone grezzo e cordoncino naturale e ancora nei coni con riempimento di foglie e semi oltre al riso e nell’assoluta esigenza di evitare sprechi di cibo e materiale attraverso accurate scelte organizzative e consapevoli.

“Ognuno di noi possiede una goccia, non sprechiamola”

Marina e Vincenzo
“Questa e’ la vostra storia ”
Ingo@fairyeco.com


Wedding Project Event : Designers Barbara & Laura Fedele
Studio Eco Design & Event Fairy Eco Friendly

Wedding Suite and Eco Favors: Studio Fairy Eco Friendly

Photo: Francesca Rao Rebelwedding

Abito Sposa: Atelier Gianni Molaro

Make up Artist: Mary Pellegrino

Floral Designer: L’eleganza dei fiori di Giuseppe Caruso

Location: Villa Domi

Condividi